#FollowMyDay
in Chicago

Anastasia Temnenkov

Assistente di volo (29 anni, in SWISS dal 2010)

"Chicago è stata la destinazione del mio primissimo volo a lungo raggio in SWISS. Perciò associo a questa città tantissimi ricordi positivi", racconta Anastasia. Chicago ha conquistato Anastasia non solo per la sua architettura mozzafiato, ma anche per la sua varietà. "Da un lato il trambusto della città, dall'altro i piedi nella sabbia della spiaggia lungo il Lago Michigan - semplicemente fantastico."

Chicago, chiamata anche "the windy city" (la città ventosa) dà il meglio di sé in primavera o in estate. In inverno infatti il clima può diventare sgradevolmente freddo e ventoso, come il secondo nome della città lascia intuire. Chicago è nota anche come la "città del jazz". Grandi della musica della levatura di Louis Armstrong hanno infatti marchiato a fuoco il "Chicago Jazz", il jazz di Chicago. SWISS opera voli quotidiani per Chicago (ORD) da Zurigo (ZRH).

img_5085.jpg

original-img_5189.jpg

Come si comincia nel modo giusto la giornata a Chicago? Semplice, con una classica colazione all'americana! "Eggy’s Diner offre un'ampia selezione di pancake, omelette e molto altro. Per gli eterni indecisi c'è addirittura la possibilità di fare una colazione "combo", ovvero di ordinare più piatti dal menu. Semplicemente superlativo!"

original-img_5184.jpg

Una spiaggia nel bel mezzo di una giungla di grattacieli. Dove trovarla, se non a Chicago? "Il Lago Michigan, sulle cui sponde si affacciano diversi stati degli Stati Uniti, è talmente grande che si ha quasi la sensazione di trovarsi al mare." Per Anastasia è sempre un buon motivo per visitare la città: "Adoro rilassarmi qui, fare un bagno e godermi la brezza fresca. Meraviglioso!" Proprio accanto alla Oak Street Beach si trova un bar che invita ad una sosta.

original-img_5187.jpg

original-img_5186.jpg

original-img_5183.jpg

Museo, cinema e ruota panoramica: al Navy Pier si trova tutto ciò che il cuore di un turista può desiderare. Il pontile, lungo circa un chilometro, non invita solo a passeggiare, ma ospita anche un'enorme ruota panoramica alta 47,5 metri. La ragione principale che induce Anastasia a fermarsi qui è lampante: "La ruota panoramica! Non è semplicemente un bel soggetto da fotografare: da lassù, infatti, si gode anche di una splendida vista sul Lago Michigan. E ci si sente subito in vacanza!"

cheesecake.jpg

original-img_5169.jpg

Essendo una fan della serie cult "The Big Bang Theory" per Anastasia una sosta alla Cheesecake Factory è quasi d'obbligo. "Qui non ci si imbatte solo in Penny, Sheldon o Howard, ma anche in piccole e grandi bombe caloriche." Oltre ad alcune interpretazioni di cheesecake, il locale offre anche piatti caldi. Anastasia consiglia: "L'American Cheeseburger, il cheeseburger americano. Servito a scelta con patate fritte o un'insalata verde." Attenzione però! "Chi è convinto di poter mangiare prima un hamburger e poi una cheesecake, ben presto dovrà ricredersi. Se non si vuole esplodere, si dovrà scegliere o l'uno o l'altra."

original-img_5181.jpg

original-img_5173.jpg

Dopo aver ammirato l'acqua da tutte le prospettive, non resta che scivolare su di essa dandosi alla navigazione. Per la precisione sul Chicago River, lungo 251 chilometri. "Chi non soffre il mal di mare deve assolutamente prenotare un giro in nave sul Chicago River." Particolarmente affascinante al tramonto: "Si potrà godere di una vista indimenticabile sullo skyline di Chicago."

Per una cena tipica americana, il locale Sweetwater Tavern and Grille è l'ideale. "Hamburger, alette di pollo – ma anche antipasti più piccoli come la pita con pomodoro e mozzarella o i chicken roll: le proposte dell'industriosa cucina sono davvero varie. E tutto è incredibilmente squisito!" Anche chi desidera cominciare con un aperitivo si trova nel locale giusto: "I tipi di birra e i cocktail serviti sono davvero tantissimi. Consiglio il Cranberry-Mint-Cocktail, a base di cranberry, il mirtillo rosso americano, e menta."

original-img_5159.jpg

original-img_5160.jpg

original-img_5179.jpg

original-img_5190.jpg

Per concludere degnamente una giornata ricca di emozioni non si può scendere di livello. Piuttosto salire! Per la precisione fino ad un'altezza di 344 metri. Il John Hancock Center ha 100 piani. Anastasia consiglia, di giorno o di notte, una sosta al Signature Lounge, che si rivelerà un'esperienza non proprio economica, ma assolutamente indimenticabile: "Cosa c'è di più bello che godersi una vista di incomparabile bellezza sorseggiando un ottimo drink?"