#FollowMyDay
in Miami

Jeannine Kanwischer

Assistente di volo (27 anni, in SWISS dal 2013)

Jeannine Kanwischer nutriva un amore particolare per i viaggi già molto prima di diventare assistente di volo per SWISS. Insieme alla sua famiglia volava spesso e volentieri in Florida, stato che ha scoperto più tardi da sé con viaggi su strada. Dal 2013 vola per SWISS intorno al globo, avendo così l'opportunità di esplorare e conoscere più da vicino tante città. Ma c'è un luogo dove finora continua a recarsi sempre con particolare piacere: Miami.

Non è un caso se la città viene chiamata "The Capital of Latin America". Diversamente dalle altre città americane, infatti, qui la maggior parte degli abitanti è di madrelingua spagnola. Ma vi è anche un altro aspetto della città costiera che esercita un fascino speciale su Jeannine: "Nei caffè, nei bar o nei negozi, ovunque si ascoltano i brani di musica latina più nuovi e lo spirito sudamericano è onnipresente." Non solo "vida loca": la città affascina anche per il clima splendido, un'arte poliedrica e la possibilità di praticare tante attività outdoor. SWISS offre due voli quotidiani per Miami (MIA) da Zurigo (ZRH).

wingshot_02.jpg

09:00

Per cominciare col piede giusto la giornata, una tazza di caffè, quello buono, è quello che ci vuole. "Contrariamente ai pregiudizi che ci fanno pensare al caffè americano come ad una brodaglia allungata, questo locale offre un caffè di alta qualità preparato con cura", lo sa bene Jeannine. Coccolare i propri clienti con il miglior caffè del mondo è diventata una missione per Joel e Leticia Pollock, titolari del Panther Coffee. Jeannine è entusiasta: "Un obiettivo che la coppia riesce a centrare tutti i giorni. Oltretutto danno molta importanza alla sostenibilità." A chi ama accostare qualcosa di dolce al caffè Jeannine consiglia i croissant al cioccolato: "Mi fanno impazzire!"

10:00

Ben ristorati, è l'ora dello sport mattutino. "In fin dei conti bisogna poter reggere il confronto con queste splendide e toniche bellezze di Miami Beach." Jeannine sceglie lo sport di tendenza del momento, lo Stand Up Paddling. "Grazie a questo sport si raggiunge non solo la forma ideale, ma si può anche conoscere la città da un'altra prospettiva." Al noleggio di attrezzatura per SUP viene proposto un percorso attraverso i vicini canali. "Da qui si catturano scorci dei fantastici giardini e delle piscine dei cittadini più benestanti", ci confida Jeannine. Qui l'acqua è più calma rispetto al mare aperto, quindi il percorso è idoneo anche ai principianti. E, con un pizzico di fortuna, l'amante dello sport potrà assistere ad uno spettacolo unico: "Potremmo addirittura imbatterci in un lamantino, un mammifero erbivoro locale chiamato anche manato."

12:00

Dopo il workout uno spuntino sano è proprio l'ideale: "Lo smoothie rinfrescante dello Jugofresh Juice Bar è eccezionale!" E fornisce le energie che servono per un breve tour del Miami Design District. Questa zona offre oltre 130 gallerie d'arte ed è nota per i suoi insoliti murales che si possono scorgere già da lontano sulle case e lungo le strade. La cornice che creano è particolarmente apprezzata: "Qui si possono scattare foto davvero splendide!"

12:30

Andare in giro e farsi cogliere dallo stupore: ecco cosa prevede ora il programma. "Ciò che un tempo era un quartiere operaio si è trasformato negli ultimi anni in una delle zone più in voga di Miami." I magazzini sono diventati gallerie ed atelier, i muri cadenti tele per gli artisti di graffiti. "Qui si può dare libero sfogo alla fantasia!" dice entusiasta Jeannine. Nel cuore di Wynwood si trova la galleria open air "Wynwood Walls". Oltre 50 artisti di tutto il mondo hanno lasciato qui il loro segno indelebile. Fra questi Shepard Fairey, l'artista che ha creato il famoso poster "Hope" di Obama. "A chi non vuole perdersi proprio niente di questo quartiere, consiglio il tour in bici gratuito Wynwood Mural", suggerisce Jeannine.

juvia_view.jpg

14:00

Si ritorna a Miami Beach per un pranzo leggero. "Juvia, il mio ristorante preferito, si trova all'estremità ovest della Lincoln Road." Il ristorante di stile conquista con giochi d'acqua trendy, una stupefacente facciata verde ricoperta di rampicanti ed una splendida vista su Miami Beach. "Qui si gustano specialità asiatiche come diverse scatole bentō." Gli straordinari dessert creati sono un sogno e assolutamente da non perdere. Jeannine si è fatta conquistare in particolare da una dolce tentazione: "La Key Lime Pie nel bicchiere! Qui vengono infatti proposte variazioni di dessert noti, che vengono scomposti nei loro ingredienti e serviti in un bicchiere. Una golosità!" Chi vuole assicurarsi un posticino allo Juvia per cena, farebbe comunque bene a prenotare.

holocaustii.jpg

15:00

Una breve passeggiata per aiutare la digestione porta ad un impressionante monumento a cui è possibile accedere gratuitamente: si tratta del cosiddetto Holocaust Memorial. "Un luogo lontano dalla baraonda festosa della spiaggia. Un'occasione per ritirarsi un attimo nel silenzio e approfondire un pezzo di storia della città." Questo monumento, infatti, non ricorda solo lo sterminio di milioni di Ebrei all'epoca dell'Olocausto in Europa, ma anche che nel sud della Florida vive uno dei gruppi più grandi di sopravvissuti all'Olocausto degli Stati Uniti. "Il monumento si compone di svariate installazioni e di una mano di bronzo alta 13 metri, di tante sculture singole, di fotografie impressionanti e di molto altro."

lincoln_road_design.jpg

15:30

Si prosegue lungo la Lincoln Road, che un tempo era definita la Fifth Avenue del Sud. Negli anni '50 l'architetto Lapidus ha trasformato la strada conferendole lo stile della Miami Modern Architecture e dichiarandola zona esclusivamente pedonale. Negli anni '90 è stata rinnovata e piantumata con piante autoctone. "Un luogo fantastico dove passeggiare e godersi la vita. E approfittare dei tanti negozi, ristoranti, caffè e gallerie presenti."

18:00

Il programma prevede ancor più movimento. In fondo Miami è nota per le innumerevoli attività all'aperto. Il consiglio di Jeannine: "Se ami l'attività fisica, il massimo è noleggiare dei pattini in linea con relativo casco e protezioni e farsi comodamente un giro lungo la spiaggia." L'area dedicata agli skater è particolarmente ampia nella zona dei Kendall Lakes. Qui si possono ammirare tanti professionisti durante le loro performance acrobatiche. Chi mette i pattini ai piedi solo un po' più tardi, potrà pattinare contro il tramonto. "I grattacieli di Miami Beach e della downtown sono infatti abbastanza lontani da poter godere di una splendida vista del sole al tramonto. Uno spettacolo da sogno!"

20:00

Dopo una giornata trascorsa così attivamente lo stomaco comincia a brontolare. Jeannine consiglia il ristorante MyCeviche: "Qui si possono gustare a cena il miglior ceviche e i più gustosi tacos della città!" A Miami l'atmosfera latina la fa da padrona, per questo non ci si può far scappare un piatto latinoamericano tipico come il ceviche. Si tratta di pesce fresco crudo tagliato finemente e marinato in succo di lime. "Una vera e propria delizia per il palato!" In realtà il ristorante è un locale take away. C'è la possibilità di sedersi, ma Jeannine consiglia un picnic all'aria aperta: "La spiaggia non è lontana e gustarsi sul mare un ceviche fresco, sotto un cielo stellato e cullati dalle onde è semplicemente indimenticabile!"

21:30

Non c'è modo migliore di cominciare la notte che con un drink. E non c'è luogo migliore per farlo di un bar premiato. "The Broken Shaker" è fra i migliori a livello mondiale e non conquista i numerosi visitatori solo per i suoi cocktail eccellenti, ma anche per la magnifica atmosfera. "Il locale, arredato in stile vintage, dispone di un cortile con piscina circondata da un giardino tropicale. Un vero e proprio paradiso", racconta Jeannine. Le erbe aromatiche fresche usate per i drink provengono direttamente dal giardino del locale. Jeannine consiglia: "Provate lo Spicy Margarita!"

23:00

L'Ocean Drive è noto in tutto il mondo e rappresenta la degna conclusione di una giornata entusiasmante: assolutamente da non perdere. È l'ideale per passeggiare e godersi il mare di luci colorate che irradiano di notte dagli edifici. Per Jeannine si tratta sempre uno spettacolo unico: "Ci si sente come immersi in una delle tante scenografie da film o in uno di quei video musicali che hanno reso famoso questo tratto di strada in tutto il mondo diffondendone il fascino in ogni parte del globo."