#FollowMyDay
in Mascate

Kim Annabelle Werlen

FCCM e Sales Executive Key Accounts (30 anni, in SWISS dal 2008)

Fra poco saranno dieci anni che Kim Annabelle Werlen lavora per SWISS, per cui oggi vi reca con sé in un viaggio da mille e una notte. Infatti vi porta nella capitale del Sultanato dell'Oman, a Mascate. Siccome Kim trascorre fra le nuvole solo una parte del suo tempo lavorativo, ogni volo è una gioia per lei. La città di Mascate, ricca di storia e dalla fiorente vitalità orientale, le è particolarmente piaciuta. "L'Oman è una terra meravigliosa, trovo affascinante la tradizione araba", dice un'entusiasta Kim, che ci porta per un giorno con sé nella perla sul Golfo di Oman.

I centri residenziali di Mascate, di un bianco cangiante, si estendono lungo una piccola baia abbracciata da rocciose montagne e dal mare di un azzurro scintillante bordato da innumerevoli spiagge. Le moschee e i palazzi della città testimoniano una storia millenaria. I persiani, gli arabi e anche i portoghesi hanno lasciato le loro tracce, rispecchiate chiaramente dagli influssi sull'architettura cittadina: la fisionomia urbana è impreziosita da case ornate da arabeschi, dai mille stupefacenti colori delle file di case e da un piccolo porto. Il periodo migliore per visitare Mascate è fra novembre e aprile. SWISS opera voli quotidiani per Mascate (MCT) da Zurigo (ZRH).

wingshot.jpg

08:00

L'Habboh Café è un posto incredibile per cominciare piacevolmente la giornata. "La colazione che si può fare qui è appetitosa e fatta in casa", racconta Kim. "Il nome è adattissimo, perché 'Habboh' significa 'Nonna' in arabo."

moschee.jpg

09:00

Tour alla scoperta della città! La Moschea del Sultano Qaboos, detta anche "Grande Moschea", è accessibile a chiunque, uomo o donna, purché decorosamente vestito. La moschea, inaugurata nel 2001, è annoverata tra le maggiori e più suggestive della regione. "La Moschea del Sultano Qaboos è un monumento assolutamente da visitare, le attrattive maggiori sono sicuramente le raffinatissime boiserie, il tappeto persiano che pesa 21 tonnellate e il gigantesco lampadario di cristallo", si infervora Kim. La moschea si può visitare ogni mattina dal sabato al giovedì.

oase_01.jpg

oase_03.jpg

oase_04.jpg

10:00

Dopo gli aspetti culturali ci si immerge nella natura, con il viaggio alle Oasi di Wadi Shab affrontato nel modo migliore, ossia con un'auto a noleggio per percorrere i quasi 150 km di distanza da Mascate. Kim ama i verdi wadi: "La natura è affascinante – le piscine naturali sono circondate da palme e alberi di fico selvatici. Dopo una passeggiata tra le sabbie, qui ci si può rinfrescare al meglio!"

13:30

Dopo l'escursione alle Oasi, la fame torna lentamente a farsi sentire! Kim ama il Copper Restaurant. Qui, circondati dall'urban design, ci si lascia andare con appetitosi hamburger e patatine fritte. "Una fantastica alternativa alla colazione orientale e alla meze per cena", constata Kim.

beach_01.jpg

15:00

A pancia piena non si dovrebbe nuotare, però ci si può pur sempre concedere una rinfrescata ai piedi sulla spiaggia cittadina di Qurum. "La lunghissima spiaggia è meravigliosa! Qui potrei passeggiare per ore e ammirare la vista del mare da uno degli innumerevoli caffè", dice un'estasiata Kim.

16:30

Dopo un'oretta esatta di passeggiata lungo la Promenade, Kim si concede una breve pausa al caffè all'aperto Kargeen: "Il suo particolare charme mi è piaciuto". Qui, alla luce delle variopinte lampade a olio, si assaporano autentiche prelibatezze arabe, in stile meze, ad esempio la "Kabsa" o la "Shuwa".

market_02.jpg

market_03.jpg

18:30

Dopo il relax pomeridiano ora serve molta abilità a contrattare. Nel vivace mercato di Mutrah Souq, l'aria profuma di spezie ed incenso, inoltre vi si trovano graziosi regalini di ogni genere. Ma non solo: anche oggetti d'arte omanita, stoffe e articoli tessili tradizionali, spezie, gioielli e molto altro. "Non ci si dovrebbe dimenticare il mercato, che è un'autentica esperienza da non perdere!», racconta Kim. "Un'ulteriore e particolare attrattiva è costituita dal vicino mercato della frutta e del pesce."

cave_01.jpg

cave_02.jpg

20:30

Dopo lo shopping ci sono varie opzioni: o ci si gode il tramonto al porto oppure ci si reca all'ultimo posto suggerito da Kim, vale a dire il ristorante The Cave, dal design accuratissimo. "Dalla terrazza si apre una visione grandiosa sul quartiere di Ruwi", si elettrizza Kim. "E il cibo è fantastico!"