#FollowMyDay
durante le gare di Lauberhorn

Kaja Kamm

Stagista nel settore Social Media (24 anni, in SWISS dal 2016)

Dal 2016 Kaja Kamm offre il proprio supporto al team Social Media di SWISS. Lo scorso fine settimana l'attendeva un'avventura tutta particolare: i leggendari trofei del Lauberhorn di Wengen. La ventiquattrenne è partita, ben equipaggiata e piena di entusiasmo, alla volta dell'Oberland Bernese. Purtroppo la discesa è stata annullata a causa di una forte nevicata e non si è potuta svolgere nemmeno la tradizionale trasvolata di SWISS insieme alla Patrouille Suisse. Volete sapere come Kaja ne è venuta a conoscenza? E come il suo soggiorno si sia comunque trasformato in un'esperienza unica? Leggete qui!

Ogni anno, dal 1930, si svolgono a Wengen i trofei del Lauberhorn. Appuntamento classico della Coppa del Mondo di sci alpino, attirano numerosi visitatori. Oltre alla famosa discesa del Lauberhorn, alla supercombinata e allo slalom, gli spettatori possono assistere alla spettacolare trasvolata di un aeromobile SWISS C Series accompagnato dalla Patrouille Suisse. Purtroppo il 14 gennaio 2017 le pessime condizioni meteo hanno fatto saltare l'intero evento. Discesa e trasvolata sono state annullate - ma questo non ha intaccato l'atmosfera che si respira a Wengen.

wengernalpbahn.jpg

09:20

Kaja inizia la giornata piena di aspettative. Con la linea ferroviaria Wengernalpbahn si reca da Wengen fin su al valico chiamato Kleine Scheidegg. "Se le condizioni meteo fossero buone, si potrebbe ammirare tutto il panorama alpino", dice un po' delusa. La forte nevicata di oggi impedisce purtroppo di godere di questa vista. Tuttavia, il viaggio in treno la conquista con un'altra particolarità: il percorso conduce sopra al tunnel che gli sciatori devono attraversare durante la discesa. "È davvero fantastico", dice entusiasta Kaja.

10:30

Arrivata in cima, Kaja viene accolta nello Startbar da Benny, il titolare del bar vicino alla casetta della partenza. Dalle casse non risuona musica popolare, ma le hit degli AC/DC. Non è però ancora chiaro se la discesa e la trasvolata avranno luogo.

Nello Startbar Kaja incontra Peter Koch. È qui che ha organizzato il suo back office per la trasvolata. È un pilota di SWISS e come Service Director (pilota di terra) è responsabile sul Lauberhorn di valutare la situazione nei cieli. "Peter è sul posto insieme al pilota di terra di Patrouille Suisse e ad un meteorologo per controllare le condizioni", spiega tutta curiosa Kaja. Peter comunicherà a Kaja la decisione finale, ovvero se la trasvolata si svolgerà o meno. "È sempre in contatto con Andres Müller, il Lead Captain della C Series."

11:15

Kaja attende insieme a Peter e a sua moglie nella stanza posteriore del bar, dove trovano un po' più di tranquillità. "Era quasi come essere in un salotto: abbiamo potuto conversare con calma", racconta Kaja. Ma poi la notizia: "A causa delle condizioni meteo pessime, la discesa del Lauberhorn è annullata." Inoltre sarebbe stato impossibile rimandarla da lì a poco. Lo stesso valeva per la trasvolata. "Sul momento la delusione è stata grande, ma è comunque passata in fretta", così Kaja.

11:30

"Se si fosse svolta la discesa del Lauberhorn, i partecipanti sarebbero partiti da qui", spiega Kaja alla casetta di partenza. Gli atleti avrebbero percorso una pista di circa 4,5 chilometri, sulla quale è stata raggiunta la velocità massima di 161,9 km/h. "Si tratta della velocità più elevata registrata nella Coppa del Mondo di sci alpino!"

lauberhornrennen_11_30_02.jpg

Poco prima dell'annullamento definitivo si propendeva per lo spostamento più in basso della partenza - o al di sopra dello Hundschopf, un salto di 40 metri fra due rocce, o presso la Minschkante, il tratto di pista dedicato allo sciatore svizzero Joos Minsch che qui, cadendo, ha subito gravi lesioni. "Lo si fa spesso quando le condizioni meteo non sono ottimali e il vento soffia troppo forte", spiega Kaja. Ma poi è molto più difficile approntare al meglio la pista per la gara.

ski.jpg

12:30

Per Kaja è arrivato il momento di saltare sugli sci: "Mi è stato chiesto in effetti se volevo fare la discesa del Lauberhorn. Ho ringraziato, ma ho rifiutato l'offerta", sorride Kaja. "La visibilità era davvero pessima, per questo ho optato per un'altra pista." Insieme a Peter Koch Kaja scende dalla casetta della partenza fino alla Kleine Scheidegg. "Nonostante il tempo è stato incredibilmente divertente!", dice entusiasta. Arrivata qui prende la ferrovia e scende giù fino alla stazione Allmend, per poi proseguire con la seggiovia Innerwengen direttamente giù, fino alla SWISS Lounge nella zona dell'arrivo.

swiss_lounge_neu.jpg

13:30

Oggi la SWISS Lounge è particolarmente frequentata. In fin dei conti per gli spettatori c'è molto da scoprire. Gli ospiti, serviti dagli assistenti di volo, possono degustare menu della SWISS Business e SWISS First che saranno disponibili solo a partire da marzo. "Peraltro da qui si gode di una fantastica vista sulla zona dell'arrivo."

worldcup_village.jpg

15:30

Next stop: Weltcup-Dörfli. Ovvero il Villaggio della Coppa del Mondo. Kaja riprende la seggiovia fino ad Allmend e da lì attraversa il villaggio sugli sci proseguendo verso Wengen. "Una trovata geniale! Scoprire il villaggio con gli sci ai piedi è davvero un'esperienza insuperabile!" sorride.

pilot-combo2.jpg

16:00

E adesso un po' di musica. Con la band SWISS Pilot Combo sul palco, l'atmosfera è proprio quella giusta. Nata nel 2011, la band si esibisce regolarmente in occasione delle più svariate manifestazioni. I musicisti sono tutti piloti SWISS. Unica eccezione: le due cantanti. "Ci sanno davvero fare!", dice Kaja piena di entusiasmo. Oltre a famose canzoni pop svizzere, la band propone anche classici internazionali. "L'area è piena di gente che balla e festeggia. Semplicemente geniale!"

helden_der_luefte.jpg

helden_der_luefte3.jpg

19:00

Il Weltcup-Dörfli è pieno di ospiti di buon umore. I piloti che avrebbero dovuto effettuare la trasvolata rilasciano un'intervista sul palco. "Anche se oggi gli 'eroi dei cieli' - così vengono chiamati - non hanno potuto volare, il pubblico ha comunque acclamato con generosità i piloti" dice Kaja compiaciuta. Allietata da Guggenmusik, vin brulé e buonumore, la giornata di Kaja è ormai giunta al termine: "È un'esperienza che non dimenticherò mai, questo è poco ma sicuro!"

Offerte